Errore
Sappiamo ancora troppo poco in merito alla Omega-3 acidi grassi essenziali
Leggere, stupirsi... vivere! Print

Peter Rohner
Sappiamo ancora troppo poco sugli acidi grassi essenziali Omega 3. È risaputo che la vitamina C è una sostanza molto importante e perciò stiamo attenti ad assumerne la quantità necessaria. Ad esempio, quando abbiamo il raffreddore durante l’inverno, ricorriamo molto spesso all'uso della vitamina C. Meno noto è il fatto che gli acidi grassi omega 3 sono importanti quanto la vitamina C. Molti problemi di salute potrebbero essere, infatti, alleviati, se non addirittura elimina, assumendo regolarmente Omega 3.



Gli Omega 3 svolgono un’azione antinfiammatoria e anticoagulante:
ciò significa che “lubrificano” le piastrine,
modificando la loro tendenza ad aggregarsi,
cosicché il sangue fluisce meglio in tutto l’apparato circolatorio.

Le statistiche dovrebbero mostrare se la quantità di Omega 3 assunta con il cibo è sufficiente. Questo almeno è il compito del Rapporto sull’alimentazione pubblicato dall’Ufficio Federale della Sanità Pubblica. L’ultimo rapporto è uscito nel 2005. Purtroppo, se confrontato con i Rapporti sull’alimentazione austriaco e tedesco, quello svizzero non è molto chiaro; in questo caso, la precisione per cui la Svizzera è famosa lascia un po’ a desiderare...

I dati sugli Omega 3 riflettono quello che già sapevamo. È evidente, tuttavia, che le quantità di Omega 3 che si consiglia di assumere con il cibo o attraverso integratori alimentari sono minori in Svizzera rispetto ai paesi confinanti. Il Rapporto dimostra la potenza della lobby delle case farmaceutiche svizzere, tralasciando la sua funzione principale: fornire linee guida per una corretta alimentazione.

Questo compendio si presenta in una forma nuova e si propone di fornire delucidazioni non soltanto ai profani, ma anche alle persone più esperte nel campo dell’alimentazione.
Un invito a leggere, stupirsi... e fare propri i nostri consigli per una vita sana e senza dolori!

Peter Rohner, nutrizionista